Testare accumulatori di energia con le camere climatiche di BINDER

Febbraio 2020 Nuovo dépliant

La ricerca sulle batterie punta su BINDER

 

Le grandi case automobilistiche tedesche sono in piena febbre da elettromobilità. Si propongono tutte di lanciare sul mercato auto elettriche dotate di accumulatori di energia durevoli, a carica rapida e caratterizzati da un volume sempre maggiore. Sorgono interi centri di ricerca sulle batterie, come il “MEET” dell’Università di Münster, che a sua volta si affida a BINDER. Per quale motivo? Perché BINDER, oltre alle sue camere per test di celle e moduli, dispone anche di altri apparecchi idonei alla ricerca sulle batterie.

 

Attualmente è sulla bocca di tutti anche la camera climatica della serie KB con il pacchetto P per test di prestazione. Dotata di una sicurezza per sportello e di una serranda di sovrapressione, questa camera BINDER si presta perfettamente per il processo di formazione di accumulatori di energia. È questo infatti l’ultimo passaggio operativo assolutamente necessario per produrre una cella agli ioni di litio.

 

La camera climatica della serie KB con pacchetto P ha già dato ottima prova di sé, e conosce una crescente domanda.