Sugli ultracongelatori di BINDER si può contare

Giugno 2021 Massimo ciclo di vita e alta efficienza energetica

Apparecchi di prim’ordine con isolamento di prim’ordine

 

In tempi di pandemia da coronavirus gli ultracongelatori di BINDER forniscono un efficace supporto per lo stoccaggio dei vaccini. Tuttavia saranno di grande vantaggio anche dopo, poiché sono efficienti sotto il profilo dell’energia e vantano un isolamento particolarmente buono, di rado disponibile sul mercato. A tutto ciò si aggiunge una garanzia quinquennale sulla funzionalità dell’apparecchio. Sui pannelli termoisolanti sottovuoto made in Germany gli anni di garanzia sono addirittura dodici.

 

In effetti, nel perfezionamento dei suoi ultracongelatori BINDER ha investito molto tempo e tante energie. Per non parlare dei materiali di pregio, come ad esempio i pannelli isolanti sottovuoto, in grado di trasformare gli apparecchi in super-frigoriferi assai speciali. I pannelli sottovuoto impiegati da BINDER, in numero di sei per ciascun apparecchio, possiedono un nucleo in acido silicico priogeno con pori di dimensioni minime. L’isolamento su tutta la superficie e privo di ponti termici garantisce quindi elevata efficienza energetica, permanente omogeneità della temperatura nel vano interno, nonché lunga costanza della temperatura grazie al perfetto isolamento dal lungo ciclo di vita.

 

Non solo però i pannelli sono di altissima qualità, BINDER ha aggiunto una ciliegina sulla torta in forma di un controllo di qualità al 100% che testa l’isolamento prima del suo impiego con una sorta di misuratore di pressione. In tal modo può essere garantito in teoria un ciclo di vita di 40 anni. Gli ultracongelatori, però, si distinguono dalla concorrenza anche per un altro motivo, cioè per la procedura brevettata di fissaggio tramite schiumatura dei pannelli isolanti.

 

Insomma, chi è alla ricerca di un freezer di pregio, che garantisca lungo ciclo di vita ed efficienza energetica, può trovarlo da BINDER.