La nuova stufa di essiccazione a vuoto sa fare anche molto altro

Giugno 2020 Opzioni intelligenti

Stufe di essiccazione a vuoto: applicazioni di successo con l’opzione giusta

 

Le nuove stufe di essiccazione a vuoto VD e VDL hanno un ottimo rapporto prezzo-prestazioni. Per soddisfare le esigenze estremamente differenziate dei clienti, BINDER offre inoltre anche numerose opzioni on top. È così possibile fornire al cliente esattamente la stufa di essiccazione a vuoto di cui ha bisogno. Oggi vi presentiamo le nostre tre opzioni top.

 

Opzione top 1: un “segnale analogico” per aziende farmaceutiche che sottostanno alle regolamentazioni GLP o GMP. Mediante tale funzione i dati relativi alla temperatura e alla pressione possono essere trasmessi e documentati attraverso un segnale. L’unico componente necessario a tale scopo è una linea elettrica. Grazie a tale opzione l’assicurazione della qualità diventa un gioco da ragazzi.

 

Opzione top 2: la camera di tenuta in materiale a base di fluoro e caucciù. Un’opzione questa idonea per clienti che essiccano sostanze chimiche speciali non compatibili con l’acciaio inox, e che devono rinunciare al silicone. Anche in questo caso BINDER ha trovato una possibilità alternativa sotto il profilo della tecnica di processo, per offrire più di quanto necessario nel funzionamento normale.

 

Opzione top 3: la pompa di BINDER. Per la VD sono disponibili in due diverse dimensioni, a garanzia dei migliori vantaggi a seconda dell’applicazione e dell’utilizzo. In tal modo è possibile adattarle alla perfezione alla camera e alle sue necessità. Le pompe sono a bassa rumorosità, affidabili, resistenti alle sostanze chimiche e per di più facilmente sostituibili. Inoltre, nell’autunno BINDER lancerà sul mercato una sua pompa conforme ad ATEX per la VDL.

 

Queste ad altre opzioni ancora garantiscono al cliente un’ ampia libertà nell’impiego della stufa di essiccazione a vuoto. Lavorare così è divertente.