L’etichetta EnergyStar fa bella mostra di sé sugli ultracongelatori di BINDER

Giugno 2020 Efficienti e climaticamente neutri

I freezer di BINDER esibiscono l’etichetta Energy Star

 

Gli ultracongelatori di BINDER sono particolarmente parsimoniosi quanto al consumo di elettricità. Lo conferma anche l’etichetta Energy Star, una certificazione statunitense di eco-compatibilità per apparecchi a basso consumo energetico. Tra i freezer ULT sottoposti a prova, gli apparecchi di BINDER, con i loro 0,36 chilowattora al giorno e per piede cubico della cella frigorifera, si collocano nelle posizioni di testa.

 

Come risulta del tutto evidente dal presente confronto, la concorrenza necessita in parte del doppio di energia rispetto a BINDER. Tra tutte le aziende tedesche che possono fregiarsi dell’etichetta Energy Star, con i suoi freezer BINDER conquista addirittura il primo posto. Il manager di prodotto, Dott. Ric. Jens Thielmann spiega così tale riconoscimento: “I nostri freezer si contraddistinguono per il basso consumo energetico e per il refrigerante climaticamente neutro“ Inoltre, l’ultracongelatore è assolutamente affidabile, garantendo condizioni stabili a meno 80 °C.

 

Negli ultimi dieci anni BINDER ha lavorato in modo assai mirato per rivoluzionare i suoi ultracongelatori già di per sé noti per il loro basso consumo. Si può ben dire che al leader di mercato di Tuttlingen l’impresa sia riuscita in tutto e per tutto. Nel corso degli anni gli sviluppatori hanno saputo ridurre il consumo energetico del 40 per cento. Un risultato clamoroso.

 

Poiché gli ultracongelatori di norma sono permanentemente in funzione , il basso consumo energetico incide in modo sensibile sui costi di esercizio. Nel laboratorio di massima sicurezza di Mittelhäusern, in Svizzera, ad esempio, funzionano in permanenza parecchi ultracongelatori per 365 giorni all’anno. Al loro interno sono stoccati campioni di agenti patogeni causa di malattie altamente infettive come la COVID-19 o l’afta epizootica. Gli scienziati che lavorano con tali ultracongelatori necessitano, quindi, di apparecchi di assoluta affidabilità, in grado di consentire la ricerca virologica a lungo termine su pericolosi agenti patogeni, che siano inoltre efficienti e capaci di tutelare l’ambiente.

 

Negli Usa la certificazione Energy Star esiste già dal 1992. Nel corso del 2003 l’etichetta Energy Star è stata introdotta ufficialmente anche in Europa mediante un regolamento UE. I freezer di BINDER sono contrassegnati con l’etichetta sovranazionale.