La Solid.Line miete successi

Marzo 2019 Modelli di nuove dimensioni

La famiglia Solid.Line cresce

 

Le camere climatiche per test di stabilità di BINDER subiscono un continuo processo di adattamento alle specifiche esigenze degli utenti.

Dopo il riuscito lancio delle camere climatiche per test di stabilità della Solid.Line con un volume interno compreso tra 240 e 720 litri, si aggiungono ora nuovi modelli. In tal modo l’azienda di Tuttlingen intende venire incontro alla grande varietà di applicazioni dei suoi clienti. Grazie ai nuovi apparecchi da 115 e 1020 litri, si aprono ancora nuove possibilità applicative.

 

La serie KBF-S, che si presta, ad esempio, per test a lungo termine e prove di stabilità accelerate di prodotti farmaceutici conformi alla direttiva ICH Q1A, ha saputo decisamente imporsi nella prassi. Il feedback estremamente positivo ricevuto rafforza gli sviluppatori di BINDER nell’intenzione di ampliare ulteriormente la Solid.Line.

Le caratteristiche marcanti della Solid.Line saranno disponibili anche nei modelli di nuove dimensioni. Grazie a un intervallo di temperatura compreso tra 0°C e 70°C e a un intervallo di umidità che va dallo 0% all’80% di u.r., gli utenti possono contare su intervalli di prova ottimali. Con l’APT.line™, vale a dire la tecnologia con camera di preriscaldamento, che garantisce condizioni di prova stabili a lungo termine, è presente anche una delle più recenti innovazioni di BINDER. Inoltre, attraverso il Data Logger interno i valori di misurazione in formato aperto possono essere letti via USB.

 

Un ulteriore vantaggio è costituito dalla capacità delle nuove camere climatiche per test di stabilità di controllare in modo assolutamente preciso la regolazione della temperatura e dell’umidità. Last but not least, la nuova Solid.Line convince ovviamente anche sotto il profilo del prezzo, rappresentando così un’alternativa ai prodotti premium di BINDER. Gli esperti di BINDER saranno lieti di fornirvi la loro consulenza!