Camere di simulazione ottimizzate con essiccatore ad aria compressa per l'adempimento delle norme automobilistiche

Giugno 2015 Indicatore dell'aria compressa

Nella moderna industria automobilistica, gli standard per la garanzia di sicurezza e qualità accompagnano l'intero processo di produzione. Grazie alle speciali camere di simulazione ambientale con essiccazione ad aria compressa, si possono eseguire le complesse prove di carico dei materiali necessarie per l'adempimento degli standard specifici.

 

 

Tuttlingen, 15.06.2015 – Nel settore Automotive, l'intera catena di produzione e fornitura è definita da standard e le prescrizioni di prova standardizzate stabiliscono le procedure dei test di funzionalità e sicurezza. Tutti i componenti di un veicolo devono funzionare perfettamente anche nelle condizioni più difficili e, nell'uso quotidiano, sono esposti a sollecitazioni meccaniche e climatiche pesanti sotto molti punti di vista. BINDER GmbH ha risposto alle crescenti esigenze di questo settore ampliando la sua offerta di prodotti. Già dall'inizio del 2014, le camere di simulazione ambientale delle serie MKF e MKFT sono disponibili in tutte le misure e, su richiesta, con la funzione di essiccatore ad aria compressa regolato con campo climatico esteso. Da giugno un'altra camera, la MKFT 240 con essiccatore ad aria compressa optional, è stata ottimizzata sulla base delle più comuni norme automobilistiche per supportare i produttori e i fornitori del settore nelle procedure di sviluppo e di prova. Il campo climatico esteso consente la combinazione di valori come per esempio 10 °C e 5% u.r. oppure 0 °C e 10% u.r.. Ciò è possibile perché si possono realizzare punti di rugiada fino a -28°C. I valori di umidità preimpostati vengono rapidamente raggiunti e mantenuti con precisione. L'apparecchio è particolarmente indicato per affrontare senza difficoltà le condizioni di prova spesso difficili del settore Automotive. I componenti dei veicoli vengono sottoposti a prove di carico molto esigenti in cui si accerta la resistenza di materiali e pezzi stampati agli influssi meteorologici, alla temperatura e alle sue variazioni. Sui campioni si eseguono test ciclici di simulazione ambientale oppure anche brevi test di accelerazione temporale, allo scopo di calcolarne la durata in servizio. Gli eventuali punti deboli possono essere individuati già in una fase precoce dello sviluppo, evitando guasti costosi o addirittura campagne di richiamo controproducenti per l'immagine. I test possono essere riprodotti in qualsiasi momento.
Oltre alle camere di simulazione ambientale con essiccatore ad aria compressa, BINDER dispone di altri prodotti specifici per profili climatici variabili in vari intervalli di temperatura. Gli apparecchi sono disponibili anche senza sistema di umidificazione. In più, gli apparecchi di tutti i gruppi di prodotti possono essere adattati da BINDER a esigenze specifiche del cliente (BINDER INDIVIDUAL).

Più informazioni su www.binder-world.com