Concezione di decontaminazione all'avanguardia

Settembre 2017 Valutazione degli incubatori a CO2

Incubatori a CO2 BINDER sul banco di prova

 

Il Dott. Nicole Kühl della società InCelligence esegue test e valuta gli incubatori a CO2 - per i suoi clienti.

 

Presso la società InCelligence di Brema è tutto incentrato intorno alla coltura cellulare.  Le priorità dell'azienda sono nei seguenti settori: metodi, gestione della qualità, formazione, consulenza e GMP (Buone Prassi di Fabbricazione). La titolare Dr. Nicole Kühl consiglia i suoi clienti in maniera esauriente su tutti i temi inerenti la crescita di colture cellulari e la gestione della qualità (QM), fornisce introduzioni nei campi specifici e trasmette le sue conoscenze a livello mondiale con corsi e seminari.  Un ulteriore campo di argomentazione è la consulenza per la creazione di un proprio laboratorio, su misura per le esigenze individuali del cliente. InCelligence effettua test e valuta a tal fine regolarmente incubatori a CO2 tenendo in considerazione tutti i criteri importanti per la crescita di colture cellulari. Anche i nostri incubatori a CO2 -sono stati esaminati da vicino scrupolosamente dal Dr. Nicole Kühl-Erb...

 

Potrebbe illustrarci in breve il Suo lavoro?

Al centro di tutti i miei interessi vi è sempre - come si può già quasi intuire dal nome della mia azienda - la coltura cellulare e particolarmente la trasmissione delle conoscenze. Ciò significa che sono attiva come docente e consulente e supporto i miei clienti attraverso corsi, consulenza QM, il controllo di SOP (Procedure di Operazioni Standard, procedimenti standardizzati) e altri documenti, ma anche attraverso l'elaborazione di materiale pubblicitario o di materiale per seminari della casa e la consulenza durante lo sviluppo di prodotti relativi alla coltura cellulare.

Per i corsi viaggio in continuazione all'estero presso i clienti, principalmente dell'industria farmaceutica e della ricerca. I seminari presso di loro prevedono diversi argomenti di coltura cellulare in generale, fino ad argomenti specialistici come GMP, ATMP o bio-test. Ogni laboratorio o impresa ha strategie diverse, requisiti o apparecchi, per realizzare i propri lavori di coltura cellulare. Ciò mi consente di prendere visione delle singole realtà nella diversità di questo settore, cosa che utilizzo poi per trasmettere le esperienze fatte, durante i miei corsi o sulla mia pagina web www.incelligence.de.

 

Qual è la sua caratteristica principale nel suo lavoro?

Adesso suona forse strano ma il punto più importante è che io mi diverto in maniera incredibile con il mio lavoro e il mio obiettivo è quello di far divertire anche i miei clienti durante l'apprendimento e di non farli addormentare su una marea di fogli. Ciò implica che io dedichi  tutta la mia formazione continua, per quanto possibile, al cliente e che pianifichi molte discussioni durante gli incontri. Durante i corsi di coltura cellulare bisogna far comprendere che i "vecchi" metodi effettivamente funzionano, ma che un paio di modifiche facilitano realmente il lavoro o possono rendere i risultati riproducibili più rapidamente. Nei corsi come quelli di GMP per collaboratori per l'assistenza esterna invece per i partecipanti è relativamente difficile immaginare cosa sia GMP, perché non sono loro, bensì i loro clienti a lavorare con GMP. Il riferimento diretto ai prodotti delle proprie aziende o ai test, le discussioni sulle proprie SOP, gli esempi rappresentativi presi dall'industria farmaceutica e le esercitazioni qui aiutano a passare dalla comprensione teorica all'applicabilità pratica. I miei partecipanti dopo il corso devono avere una base realmente buona, per poter superare in maniera sicura e rapida gli ostacoli rappresentati dalle future domande e dai futuri problemi cui dovranno far fronte. Naturalmente anche dopo il corso rimango al loro fianco assistendoli. Metto inoltre a disposizione molto materiale sulla mia pagina web gratuitamente. All'interno si possono trovare esercizi a questionario, link e documenti utili.

 

In quali settori è specializzata?

Io insegno esclusivamente coltura cellulare e argomenti riguardanti la gestione della qualità. Questo poi comunque a ogni livello, quindi da corsi per non specialisti o principianti fino alla QM o trasformazione con GMP e il tutto sia con corsi di formazione teorici sia pratici. Tali corsi includono anche argomenti come la tecnica di lavoro sterile, l'igiene, la documentazione e la scrittura dei SOP. In tal caso voglio sottolineare che io stessa lavoro da oltre 20 anni con le linee cellulari e le cellule primarie, e da circa 10 nel settore della QM. Un ulteriore settore specialistico è la formazione su misura del cliente nel settore dei biotest. Qui risolviamo spesso problemi pratici dei test o stabiliamo insieme un nuovo test durante il corso pratico. Tutti questi corsi si svolgono quindi sul posto direttamente nel laboratorio del cliente, in modo che possano venire integrate tutte le caratteristiche specifiche del laboratorio.

 

Lei effettua test e valuta gli apparecchi da laboratorio. Tra l'altro lei lavora con incubatori a CO2 BINDER. Quali vantaggi ha potuto constatare nell'utilizzo di incubatori a CO2 BINDER?

Si, come base dei miei corsi di QM devo anche occuparmi naturalmente degli apparecchi utilizzati. Per la qualificazione di incubatori, banchi sterili o simili sono sicuramente fondamentali le caratteristiche strutturali e le funzioni degli stessi. La prima caratteristica, e la più importante per me, nei laboratori di ricerca relativa agli incubatori BINDER, è stata la realizzazione del vano interno senza strutture interne. Sebbene la cosiddetta possibilità di essere ripuliti facilmente è in realtà un criterio richiesto soltanto per l'industria, questo punto è secondo me - e perché io stessa lavoro dal 2008 nella ricerca - molto importante proprio nelle università. Poiché qui non avviene nessun controllo, non vengono effettuate spesso pulizie accurate, come invece sarebbe richiesto. In questo modo succede troppo spesso che l'incubatore rappresenti una fonte di contaminazione. L'incubatore BINDER, con il suo design senza telaio, ventilatori, viti, saldature ecc. è veramente all'avanguardia. Anche lo scaricatore di condensa nella vasca dell'acqua è molto ben pensato e aiuta ad evitare contaminazioni. Ulteriori punti sono poi naturalmente la possibilità di avere porte divise e la sterilizzazione ad aria calda a 180°, che è migliore della disinfezione che offrono gli altri produttori.