Incubatore refrigerato

Attività di microbiologia con l'incubatore refrigerato

Il lavoro con i microrganismi sta assumendo un ruolo importante nella ricerca, nel settore medico e delle tecnologie alimentari. Una fase di incubazione stabile è determinante per conservarli e moltiplicarli in modo efficiente. A tale scopo si impiegano gli incubatori refrigerati che produciamo e proponiamo con due diverse tecnologie di raffreddamento. Vediamo qui di seguito quali sono le differenze importanti tra gli incubatori refrigerati BINDER della serie KT e KB.

 

 

 

Incubatori refrigerati a compressore

 

Gli incubatori refrigerati che produciamo nella serie KB sono dotati di una macchina frigorifera a compressione che assicura una temperatura costante. L'incubatore refrigerato funziona con una speciale tecnologia a convezione forzata che mantiene un clima stabile e costante nel vano interno. Il compressore impiegato consente intervalli di temperatura da -5 fino 100 °C e, oltre ad assicurare una temperatura di incubazione ottimale per la riproduzione dei microrganismi, consente anche la refrigerazione occasionale o la disinfezione termica. Con la sua refrigerazione a compressore, l'incubatore offre il particolare vantaggio di un rapido cambio di temperatura e il raggiungimento di valori inferiori a 0 °C. La necessità di alternare riscaldamento e raffreddamento in molte fasi di lavoro non presenta problemi per la tecnologia a convenzione forzata. L'incubatore refrigerato della serie KB si distingue per il timer settimanale, la regolazione digitale della temperatura e la possibilità di impostare due programmi con fasi di lavoro diverse.

 

 

 

Incubatori refrigerati con tecnica Peltier

 

Con l'impiego della tecnologia Peltier, l'incubatore refrigerato diventa un modello dal particolare risparmio energetico. Il vantaggio di questi apparecchi consiste nel basso consumo di corrente, poiché la tecnologia Peltier consente di dosare la potenza frigorifera con grande precisione. Per mantenere una temperatura estremamente stabile, il vano interno è completamente isolato dall'esterno e funziona a convezione forzata regolabile. Questa struttura impedisce che i campioni o i microrganismi si asciughino durante il tempo di incubazione. Gli incubatori refrigerati con tecnica Peltier vengono impiegati prevalentemente nell'industria alimentare e nella microbiologia. Grazie al ridotto consumo energetico si rivelano particolarmente adatti per l'incubazione su valori compresi tra la temperatura ambiente e 37 °C, così come per abbassare la temperatura alle condizioni di refrigerazione di 4 °C - ad esempio nel fine settimana. Questi incubatori refrigerati senza compressore risultano compatti e quindi trovano applicazione soprattutto nei piccoli laboratori. Gli apparecchi KT prodotti da BINDER dispongono di un controller di uso intuitivo con monitor LCD e di ampie possibilità di programmazione. Saremo lieti di fornire consulenza personalmente ai nostri clienti sulle possibilità e sui campi d'impiego, presentando il prodotto ottimale per le loro esigenze.

 

 

Panoramica di tutte le camere refrigerate >